Intervista a Valery Vita

Come ti sei avvicinata al mondo dell’erotismo e come è avvenuta poi la svolta nell’hard?
Ho iniziato a lavorare nel settore erotico a 18 anni, all’epoca ero una modella Free lance di nudo erotico (met-art). Ho recitato per la prima volta in un film hard 6 anni fa, (avevo 24 anni) con il regista Nando Papi, si trattava di un prodotto porno in chiave comica. Questo regista mi contattó perche aveva visto le mie foto. Se devo essere onesta, é il porno che ha scelto me, non io lui. Sicuramente era scritto nel mio destino, ma onestamente non avrei mai pensato che sarei diventata una pornostar. Da lì ho iniziato a girare molto spesso video, ho intrapreso la strada dei live show e non mi sono più fermata.

Quali ricordi conservi e quali esperienze ricordi con più piacere?
All’inizio era tutta una novità, ero molto impacciata ed imbarazzata a dire il vero! Con piacere ricordo sicuramente Nando Papi,il regista che mi aprì la strada del porno, il regista Matt Hardcore con cui ho girato tantissime scene di svariato tipo (gang bang, footfetish … ) Ricordo inoltre la mia prima fiera erotica a cui presi parte: Gardasex 2014 fu un’esperienza davvero pazzesca. Mi divertii un sacco ad esibirmi sul palco, davanti a una grandissima folla che acclamava. Nel 2015 ricevetti anche, inaspettatamente, il premio agli ITALIAN PORN AWARDS come MIGLIOR ATTRICE EMERGENTE. Fu un momento davvero emozionante, avevo le lacrime agli occhi, non lo dimenticherò mai…

Puoi descrivermi l’evoluzione dei tuoi spettacoli live, qual’è stato il processo che ti ha portato a muoverti verso performance via via più estreme e cosa prevede oggi una tua esibizione?
Sono sempre stata abbastanza estrema sul palcoscenico. Amo il metal, l’horror. Di conseguenza i miei show avevano temi abbastanza gotici fin dal principio. Nel 2016 ho conosciuto Trip Conte, oggi mio partner di show, di vita quotidiana e braccio destro nella produzione. Lui era abile con la giocoleria di fuoco…e così ho deciso di creare uno show davvero rivoluzionario e fuori dagli schemi. Nasce lo show erotico fachirico (sesso sul letto di chiodi, giocoleria di fuoco, ingoio di spada e cose simili ).
Successivamente realizzo che il tema religioso mi affascina e creo uno show che oltre ad essere erotico e fachirico é anche religioso e blasfemo! Dapprima sono stata molto giudicata per la mia scelta “oltraggiosa”, ma successivamente ne sono stata ripagata, tant’è che nel 2017 questo show vince al BERGAMOSEX come “MIGLIOR PERFORMANCE”.
I miei spettacoli dal vivo, a differenza degli altri, sono studiati al dettaglio: dalla musica a tema (spesso metal), ai costumi di scena, alle performance di fuoco, alla simulazione sessuale estrema e “parecchio movimentata”.

In che occasione hai deciso di autoprodurti, e ad oggi quali delle tue produzioni ritieni più significative e meglio riuscite, che più ti rappresentano?
Ho deciso di autoprodurmi 3 anni fa, ho cominciato a produrre il classico porno…ma onestamente non mi coinvolgeva molto…
La svolta è stata quando, un anno e mezzo fa, ho fatto uno scandalo mediatico, senza volerlo, e sono stata multata di 5.000 euro per aver urinato su un crocifisso in un luogo pubblico. Da quel momento sono diventata la paladina del porno blasfemo, Anche qua, non ho cercato io tutto questo, mi ha trovato ‘lui’…
Tutti i prodotti che realizzo sono partoriti dalle mie idee, dalle mie fantasie, dalla mia teatralità. Sicuramente le cose meglio riuscite, per me, sono quelle più eclatanti, più oltraggiose: “L’esorcismo di Valery Vita”, “Asphixia”, “The Dark web”.

L’elemento blasfemo è un qualcosa che era presente in te come persona anche prima di adottarlo nell’ambito delle performance?
Ho frequentato scuole salesiane da bambina. Sarà colpa loro se ho iniziato ad odiare il loro credo 🙂
Suonavo il basso elettrico da giovanissima, musica satanica…quindi sono sempre stata una ribelle e una piccola anticristo. Portare quello che sono nella mia attuale pornografia è stato a dir poco un successo e una grande soddisfazione a livello personale.

Mi pare di capire che in alcune tue produzioni siano presenti scat e pissing. Questo fa di te una delle performer più estreme d’Italia, com’è nata l’idea di includere questo tipo di pratiche nei film?
Si, scat e pissing sono il mio pane quotidiano. Inizialmente mi dilettavo in pissing e scat ‘dissacratorio’, poi ho cominciato a usare il pissing e lo scat per pratiche più estreme. A tal proposito il film “Extreme couples games” è il primo film con pissing/scat/vomit prodotto in Italia.

Un altro aggettivo usato per descrivere la tua produzione è grottesco. Spiegandolo in maniera più approfondita, quali sono gli aspetti grotteschi che riconosci nel tuo modo di proporre l’hard?
La produzione è grottesca per i contenuti che propone: si passa dal semplice religioso a scene splatter, satanismo acido, storie di cannibalismo…

La scelta di adottare tematiche quali quelle esplicitamente anticristiane paga dal punto di vista commerciale, ovvero: essendo questo tipo di contenuti assente dalla fruizione dei siti free hai un buon ritorno economico dal tuo sito web?
Ho cominciato a ricevere molti messaggi che mi pregavano di realizzare prodotti di carattere blasfemo e così, dal giorno alla notte, ho eliminato ogni video precedentemente realizzato e ho creato il sito porno blasfemo estremo pornblasphemybyvaleryvita.com
I miei clienti oltre che essere italiani erano e sono anche esteri: tedeschi, svizzeri, giapponesi. In breve tempo ho ribaltato tutti gli standard del porno che fino a quel momento avevo realizzato e mi sono lanciata in un avventura nuova e decisamente molto più emozionante e stimolante.
Nonostante il mondo sia “bigotto e morale”, il mio porno spacca. I miei film costano dai 15 ai 45 dollari e la mia clientela spende volentieri queste somme per visionare tali contenuti. La maggior parte dei miei acquirenti sono figli di famiglie molto religiose e preti repressi.

Vista l’affluenza internazionale della tua clientela, immagino tu abbia pensato a realizzare prodotti in lingue straniere…
Si penso che inizieremo a realizzare anche prodotti che verranno doppiati in più lingue (inglese, tedesco e giapponese sicuramente…)

Per la realizzazione delle scene hai dei collaboratori fissi tra attori, attrici e registi?
La regista sono io: la mia figura è una figura dominante, cattiva, satanista, diabolica, vogliosa di perversione estrema.
Ho alcuni collaboratori fissi, altri “saltuari”. Il mio braccio destro è appunto Trip Conte, con cui ho realizzato le scene più estreme. Altro soggetto interessante del mio gruppo è lo slave Rasputin x, ex prof di religione ed ora uno dei miei più affezionati attori. Figura importante da non dimenticare è inoltre la Milf estrema Kicca Martini, altri volti di spicco della mia squadra sono Althea, Jasmine B, Vicktor Costa e Tom Steel.

Trip Conte

Tornando un attimo sul discorso show, ti sei mai esibita all’estero?
In locali stranieri no, non mi sono mai esibita. Ho partecipato, come casa di produzione, alla fiera EROS PORTO portoghese, dove ci esibivamo non solo con live erotici ma anche porno. Questo perché, appunto, alle fiere estere è possibile anche fare spettacoli porno dal vivo, mentre invece nelle fiere italiane non è possibile, in quanto illegale. Parteciperemo magari in futuro ad altri contesti fieristici esteri ma sempre prettamente per pubblicizzare i film.

Riguardo alle sessioni di cam invece ti poni dei limiti nelle richieste e nelle pratiche da proporre, che regolamento adotti per ciò che può e non può essere richiesto?
Realizziamo 4 dirette streaming al mese. Ogni volta con un tema diverso e con un cast diverso. Non ci sono limiti alle richieste. I limiti sono per i perdenti 🙂

Il sito ufficiale di Valery
Il suo account Twitter
Valery su Mondocamgirls