Intervista a Jack23 e Natasha Ink

Jack raccontami un po’ le ultime nuove per te e Natasha partendo dalla vostra recente esperienza per GGG…
Avevo fatto come tu sai la selezione qualche mese fa qua in Italia, poi sono andato a fare la prova definitiva a Berlino. Più che una prova s’è trattato di una scena vera e propria: John Thompson voleva conoscermi per vedere se ero all’altezza per poter poi diventare uno degli attori di punta su cui contare per le produzioni GGG da girare a Roma.

Dunque La GGG potrà contare su di voi come attori fissi per le produzioni italiane, complimenti! Quante scene ha girato Natasha a Berlino?
A Berlino Natasha ha girato due scene, la prima di cumshot in cui è protagonista e l’altra di pissing. In totale abbiamo fatto quattro scene in un giorno: lei due, io quattro come performer assieme agli altri due attori.

Una giornata molto intensa insomma, tenendo conto che i video GGG sono girati con pochissimi stacchi e per lo più in continuità, giusto?
Qualche stop c’è, però l’idea è quella di fare tutto di seguito. Rispetto alla prova che facemmo a Roma i ragazzi sapevano tutti quello che dovevano fare, il cameraman era ben organizzato con il suo assistente per dirci chi doveva entrare in scena a scopare e quando doveva farlo. Poi naturalmente con il montaggio video tutto viene ‘ripulito’. John invece guardava le riprese dalle telecamere per assicurarsi che ognuno facesse il proprio lavoro nel modo giusto e che lo shooting procedesse bene.

Rispetto alle scene che avete girato per Legal Porno è stato più o meno faticoso?
Jack: Siamo più o meno sullo stesso piano. LP è più legato alla performance attiva dell’attore, il lavoro fatto a Berlino forse è stato meno faticoso ma le riprese son state lunghe a farne quattro in un giorno: abbiamo iniziato che erano le 15.30/15.45 per finire alle le 21.30…siam partiti da casa mia che erano le 6 perché alle 11 dovevamo essere già a Berlino.
Natasha: Per me girare per Legal è stato più duro, non per i tempi ma per il tipo di scena. Come dice la parola stessa, il lavoro per LP è stato più ‘hardcore’! Parlando di GGG è chiaro che per il genere (il bukkake) non devi essere una ‘schizzinosa’. Per quanto riguarda il lavoro io sono una che si adatta, sono molto malleabile e non mi tiro indietro. Legal punta molto sulle doppie, le triple penetrazioni con tante persone contemporaneamente…direi che, più che mentalmente, è stancante dal punto di vista fisico.

Anche se tu Natasha, essendo performer estrema all’occorrenza, ti presti bene in tutti i contesti di cui abbiamo parlato…
Assolutamente si, anche perché a me piace il fatto di distinguermi: essere una delle poche che fanno queste pratiche senza farsi problemi. Se le varie produzioni vedono una che non fa anal oppure una doppia, il risultato è che alla fine ti chiamano di meno. Per cui ripeto, voglio distinguermi dalla massa ed emergere tra tutte le altre attrici. Riguardo alla GGG devo aggiungere che si tratta di una produzione che ha avuto la gentilezza di scrivermi poi per email dopo le riprese, mandandomi le foto della scena e parole molto cordiali. La maniera che hanno di ‘coccolarti’, preoccuparsi se ti sei trovata bene a girare, la disponibilità insomma, rende il lavorare con loro una cosa molto piacevole. Addirittura mi hanno scritto: ‘le foto puoi pubblicarle dove vuoi, basta che non rimuovi il logo.’ E ci mancherebbe altro, per me quel logo è un vanto! Naturalmente sono già presente nel sito GGG tra le attrici della produzione…


Recentemente in un social hai usato questi termini per un post: ‘Persone che vogliono evolversi nel porno’. Ecco, questo è senz’altro il tuo caso, considerando anche la possibilità di girare per produzioni che propongono diversi tipi di hard…
Natasha: Certo, l’idea è quella di arrivare a produzioni importanti anche con stile meno hardcore, produzioni che valorizzano il tuo nome e facciano riconoscere alla gente che sei valida nel tuo lavoro perché hai girato per nomi di alto livello.

Per quanto riguarda il performer maschile cosa possiamo dire riguardo a GGG?
Jack: Il performer non può permettersi cali: deve farsi trovare pronto all’azione già nella fase di attesa della chiamata in scena.


Quindi questo per GGG è il vostro ultimo lavoro fuori dall’Italia, mentre prima, Jack, hai girato per la tua produzione la scena ‘Secret Agent XXX’ che vede te e Natasha in una sit-com molto simpatica…
L’abbiamo progettata all’ultimo momento. Prima dovevamo fare un altro lavoro, poi per un problema di location ci siam trovati a dover creare una piccola trama ma direi che tutto sommato la scena è uscita fuori bene, l’abbiamo girata in quattro ore.

…e le battute sono in inglese…
Si perché la maggior parte dei contatti che mi scrive su Twitter lo fa in inglese, poi ci serve come vetrina per le produzioni estere visto che sono in molte a seguirci. E’ un modo per fare pratica con video nostri prima di andare a lavorare con e per altre persone.

Natasha, di chi è stata l’idea per il ‘soggetto’ di ‘Secret Agent’?
L’idea è venuta fuori da entrambi: stavamo pensando ad una trama su qualcosa che potessero non aver fatto tutti ed abbiamo messo su questa scena un po’ all’ultimo, come ha detto Jack. Di solito comunque quando ci troviamo a decidere in fretta le cose ci vengono bene! Ad esempio la ‘Camgirl Anal Show’ l’abbiamo pensata e scritta in 24 ore e poi è piaciuta.

Una domanda ‘linguistica’ anche per te…quando ti trovi in un set all’estero e stai per godere, ti viene naturale esprimerti in inglese o ti scapperebbe qualche parola in italiano?
Natasha: Lo faccio in inglese anche perché alla fine son sempre le stesse espressioni standard che senti fare in tutte le scene: ‘fuck!’, ‘Oh God’, ‘Oh yeah!’ eccetera…l’inglese io lo capisco bene, il discorso è che parlandolo poco e non praticandolo ho poi qualche difficoltà ad articolare la frase. Solo quello: tant’è che dopo una settimana a Praga Jack mi diceva ‘Te sei bravissima, pochi giorni e già lo parli!’


Tu Jack dal punto di vista registico sei pronto a girare sia all sex che scene con trama direi…
Si assolutamente. C’è da dire che ormai vanno molto di più i video senza trama o almeno con una piccola trama solo all’inizio.

Infatti anche le produzioni americane partono, spesso, da una situazione iniziale prima di concentrarsi sulla scena hard…
La trama viene messa ma si tratta davvero di una piccola introduzione giusto per dare un senso prima dell’inizio della scena. Per me mantenerla breve rende il video più carino, perché troppe battute alla lunga scocciano…ho notato che fra coloro che guardano i miei video le preferenze vanno alle scene con poca recitazione, giusto qualcosa che sia un po’ divertente prima di partire con l’azione. Azione che in un film di ‘Rambo’ può essere il lanciare le bombe, nel caso nostro invece è la scena porno…
Quindi riassumendo: una breve intro prima di passare all’hard.
Dev’essere qualcosa di impatto, fatto in modo intelligente e ‘con strategia’ prima di iniziare la scena, altrimenti se metti lì due battute a caso diventa un video stupido.

Anche perché il porno non è stupido…
Tu devi regalare una fantasia allo spettatore, sei lì per realizzare qualcosa che lui si immagina che gli possa accadere.

Il tutto senza eccedere in minutaggio, secondo me…
Un minimo di trenta minuti la devi far durare, contando recitazione e il resto. Metti dieci minuti di introduzione e poi la scena che parte.
La differenza tra introduzione e scena hard la fa anche lo stile di regia…
All’inizio durante la recitazione riprendo i vari dettagli per una regia più ‘cinematografica’, per le riprese della scena hard ho invece preso spunto un po’ dallo stile delle scene di Legal Porno e un po’ da Rocco per quanto riguarda le varie angolazioni allo scopo di dare la massima dinamicità al video. E’ fondamentale che gli attori rispettino le prospettive della scena: mai essere orizzontali rispetto all ripresa ma leggermente in diagonale per dare un effetto di maggiore profondità. Questo anche per un discorso di luci: il professionista deve sapersi muovere creando meno ombre possibili e dare la giusta prospettiva alla scena.

E per quanto riguarda le accortezze registiche LP realizza dei prodotti sempre ben fatti, senza dubbio…
Io infatti ho avuto il piacere di girare con attori molto conosciuti per Legal ed ho appreso molte loro tecniche.

Dunque ‘Secret Agent’ è invece l’ultima realizzazione della jack23production…
In realtà c’è anche un piccolo video amatoriale realizzato con una fan che abbiamo introdotto alla realizzazione di una breve scena. Io e Natasha abbiamo infatti messo un annuncio per la ricerca di coppie ‘reali’ che magari vogliano provar una esperienza con noi sul set. Questa ragazza aveva visto l’annuncio, ci ha riconosciuti e parlando ci ha detto di volersi togliere la curiosità di capire cosa si prova durante un video. Si è voluta togliere uno sfizio, diciamo.

Abbiam parlato molto di ‘approccio internazionale’ (video in inglese) e di produzioni straniere (le varie GGG, LP…). Il vostro obiettivo professionale è dunque quello di spostarvi dall’Italia?
Jack: Io mi son dato l’obbiettivo di arrivare in alto in questo settore: ci vorrà tempo, ma questo è ciò che voglio fare. Adesso sto cominciando a seminare all’estero nella maniera giusta. Spero di spostarmi assieme a Natasha verso Praga o Budapest. La nostra idea è quella di arrivare all’America, fermo restando che sappiamo benissimo che c’è molta concorrenza: un conto è se gli attori più consumati lavorano insieme a te, un altro è se tu ti prendi una scena che era destinata ad uno di loro…
Natasha: Noi stiamo andando avanti per la nostra strada senza raccomandazioni affidandoci al nostro potenziale. Non ci va di muoverci dall’Italia sperando in un’occasione senza un lavoro ed un’alternativa: l’idea è quella di andare là, se non con un lavoro, almeno con qualche cosa da parte. Non voglio poi trovarmi a dover odiare quello che sto facendo. Piuttosto vado serena, con dei soldi da parte fintanto che non trovo lavoro, mettendo in atto quella che è la mia grande passione, il motivo per cui mi sono spostata. Giustamente le produzioni, non conoscendoti di persona, alla fine non si fidano e chiamano sempre gli stessi perché gli danno la garanzia di funzionare: se provassimo ad andare per due mesi, ad esempio, a Praga o Budapest potrebbero essere maggiormente invogliate a chiamarci trovandoci già là.

Natasha, dimmi il nome della produzione per cui ambisci a lavorare come tua prima scelta…
Brazzers, sicuramente. E’ una delle migliori e delle più conosciute…tra l’altro abbiamo avuto il piacere di conoscere e lavorare con Alexxa Vice, una delle attrici Brazzers e Digital Playground, una ragazza molto umile, simpatica e disponibile. Una di quelle persone che, secondo me, si ricorda da dove è partita. Stessa cosa va detta per Helena Moeller, che ha girato per Legal Porno ed altre produzioni importanti: ci ha contattato lei col suo compagno perché le piace come lavoriamo per fare un video assieme.

Considerando dunque la grande varietà di produzioni attive, tra europee ed americane che girano anche in Europa, i margini per ritagliarsi uno spazio direi che ci sono…
Jack: Secondo me ‘la crisi’ in questo settore non c’è nemmeno più di tanto, la crisi è nella ’scena’ italiana che vedo molto frammentata. Unendo le forze si potrebbe arrivare anche a livelli alti, visto che ci sono sia attori che attrici. Ares Brunelli ad esempio è riuscito a creare una fusione di produzioni realizzando un gran bel lavoro secondo me (stiamo parlando di ’NeoWeb’), con un budget più alto e le idee che ha lui si potrebbero fare dei bei prodotti come se ne vedono solo in certe produzioni americane, appunto.

Per finire ritorniamo un attimo sul ‘progetto estero’: lo state preparando con attenzione, quindi immagino che vi siate dati anche dei tempi. Quando pensate di dare il via all’operazione?
Natasha: Stiamo valutando la possibilità nei primi mesi dell’anno prossimo o addirittura verso la prossima estate. Chiaramente per metter via i soldi ci vuole tempo, pur avendo un altro lavoro devi mettere in conto spese e imprevisti vari…

Prossimi impegni per Jack23 e Natasha Ink: a quando l’uscita del video per GGG?
Il GGG è in uscita per n streaming online tra poco, ad Agosto, mentre in DVD ad Ottobre. Dal 30 Agosto al 1 Settembre abbiamo il BergamoSex, poi ci sono alcuni progetti per cui devo comunque avere sempre la conferma, a cominciare da Legal Porno per la fine di Agosto, quindi Alex Conte per Letsdoeit…poi verso Novembre/Dicembre torneremo a parlare per GGG.

Sito ufficiale di Jack23 e della sua produzione
Jack23 su Twitter
Jack23 su Instagram
Natasha Ink su Twitter
Natasha Ink su instagram (@natashaink89)

Taggato con: