Intervista a Priscilla Salerno

Se dici ‘Priscilla Salerno’ ti viene in mente la voluttuosa mora che sprizza sessualità da tutti i pori, ed è vero. Priscilla è anche una conversatrice amabilissima e spigliata, con cui è stato piacevole discorrere del suo passato nell’hard ma soprattutto di un presente ed un futuro che la vedono proiettata verso altre sfide imprenditoriali, altre conquiste, nuove idee artistiche. Priscilla sta guardando da tempo ‘oltre’ il mondo dell’adult entertainment, di cui è una delle esponenti più famose e seguite vantando anche un trascorso oltreoceano. Cominciamo ricordando gli esordi e subito il discorso si fa interessante, incisivo, mai banale…

Quando sono entrata in questo settore non avevo piena coscienza di cosa stessi facendo, ero troppo ragazzina…l’ho capito bene adesso quello che ho fatto, quando la gente in giro mi riconosce, tipo al supermercato, donne e uomini. Oggi il porno si è un po’ sdoganato, anche se poi in televisione ci va solo una certa ‘casta’…per questo posso dirti che la tv italiana mi fa schifo, sono contenta di vivere in America in questo senso.

L’America, appunto. Quali attività hai avviato là?
In America ho aperto una mia casa di produzione, ma non mi sono limitata a questo: mi sono laureata in architettura di interni.

Per cui negli States sei andata anche per studio?
Sono andata per amore, però in realtà mi ero stufata anch’io di fare questo lavoro per cui ho avuto uno stop di sette anni. Durante questo periodo però son diventata molto famosa: i miei video sono andati fortissimo e lo fanno tutt’ora.

La casa di produzione è pienamente attiva?
Si certo, sto producendo. Poi è da vedere se i diritti li venderò alla tv o metterò tutti i prodotti su un mio sito.

Stiamo parlando di mercato americano?
Si, tra l’altro ho in programma anche un appuntamento con Pornhub: avendo quasi dieci milioni di visualizzazioni solo su Pornhub io e il mio social manager abbiamo avuto un contatto per esplorare la possibilità di fare qualcosa in comune. Io penso di girare un ultimo anno.

Per cui il tuo futuro riguarderà la produzione?
Il mio futuro lo vedo come ‘altro’ dal porno, sicuramente: non farò la produttrice per sempre. Il porno è stato ed è un bellissimo capitolo della mia vita, lo ricorderò con piacere ma vorrei fare anche altro.

Prima dicevi che oggi hai capito bene cosa è stato e cosa ha comportato l’essere pornostar, giusto?
Ho piena consapevolezza che tutti in qualsiasi momento e in qualsiasi parte del mondo possono vedere il mio corpo, tutti possono vedere quello che faccio e come lo faccio. All fine dei giochi sei sempre additata, questo vale per ogni tipo di rapporto. Se io adesso volessi fare una vita ‘normale’ mi sarebbe impossibile.
Se tu sei un ottimo avvocato, tutti ti ricorderanno per le cause che hai vinto…se tu sei un’ottima pornostar, una delle più forti d’Europa, sei e resti una pornostar, punto. In virtù dei miei documenti americani sto provando a vedere cosa posso fare oltre al porno. Anche se per quanto riguarda gli spettacoli, ad esempio, mi piacerebbe ancora farli…ci sono tante cose da considerare, è tutto da vedere. Sicuramente dopo questo ultimo anno e mezzo che ancora manca non girerò più.

Per cui lo spostamento in America è stato ed è anche un modo per reinventarsi ed intraprendere nuove attività che non abbiano a che fare col mondo dell’hard…questo pur non rinnegando nulla di quanto fatto prima ed essendo rimasta un personaggio noto, un personaggio di spicco.
Esatto. Non capisco poi come si possa arrivare a rinnegare un lavoro o un amore: è tutta esperienza, vuol dire che quando l’hai fatto sei stata contenta. Tra l’altro più si va avanti e più noto che l’attenzione per me è sempre altissima e la gente va fuori di testa quando mi vede. E non capisco il perché…

Forse perché resti un personaggio che è stato capace di regalare emozioni…
Sia nei film che negli spettacoli ho dato e dò sempre tutta me stessa, questo si. Per quanto riguarda gli spettacoli ho vinto tantissimi premi in ambito italiano ed europeo, posso definirmi un animale da palco: quando sono lì dò tutto, mi trasformo. Eppoi a me il sesso piace da morire, io farei sempre l’amore!

Una sessualità fortissima dunque, che parte dal tuo essere come passione e ha poi trovato terreno fertile in ottica professionale. La realtà dello show mi porta a pensare che tu abbia anche altre passioni ‘parallele’ quali ad esempio la musica…
Si, io sono anche cantante e dj: qualche anno fa ho fatto un singolo, adesso sto preparando un nuovo pezzo house che presenterò a Miami a Dicembre e credo davvero che diventerà un tormentone. Oltre a questo faccio mille cose: vestiti di alta moda. ad esempio. Io gestisco da sola tutto quanto riguarda la mia vita, certe volte bene certe altre male, ma comunque da sola. Trovo che gli uomini si debbano vergognare…

Comincio io a vergognarmi, allora: ma come mai?
Io non capisco perché quando un uomo si avvicina a me ed iniziamo un rapporto, una relazione – io sono stata sposata quattro volte – si mette subito in competizione. Ma tu non puoi competere con una donna, che non solo è pornostar, ma anche pornostar imprenditrice! Che c’è da competere, tu fai l’uomo e io faccio la donna. Ogni tanto posso avere comportamenti da star, ma perché io ‘vivo’ da star…e invece con me gli uomini vanno in competizione!

Azzardo: gli peserà il tuo nome?
Ma allora che cavolo ti metti a fare con me (ride)? Se dopo l’attrazione ti metti in competizione con me sei un po’ coglione!

Magari potrebbe essere l’avere a che fare con una donna creativa, intraprendente e di successo in vari ambiti?
Eppure io sono una persona buona, forse anche troppo. Non ho invidia alcuna: mi dispiace molte volte per le mie colleghe che pensano di essere le regine…la regina sono io, punto: falli tu sedici anni di carriera rimanendo sullo stesso cachet, sempre sulla cresta dell’onda…forse sono un cyborg!

Insomma, dovresti essere clonata.
Umiltà, determinazione e dolcezza: grazie a queste qualità sono quello che sono. E tieni conto che quando mi sono staccata per sette anni dal porno sono diventata ancora più famosa di prima, non ho avuto cali, anzi: basta vedere i numeri di iscritti e visualizzazioni che ho nei social.

Il tuo personaggio esce fortificato anche attraverso Internet, dunque.
Ti dico anche che tra un po’ mi dedicherò alla scrittura di un libro in cui troveranno spazio anche rivelazioni su personaggi del mondo dello spettacolo che non ho mai fatto prima. Sai qual’è stata la motivazione per cui ho cominciato a fare porno?

Ti ascolto…
A Salerno io vivevo in una famiglia normale, una famiglia operaia, né ricca né povera, con tutti i problemi che può avere una famiglia di oggi. Io però mi son sempre detta che non sarei mai diventata così, ho sempre puntato in alto nella mia vita: e ho iniziato a fare provini televisivi in giro per Roma, Napoli, Milano. Provini televisivi, ripeto: volevo entrare in questo mondo, ero molto carina. Presto ho capito che avrei dovuto darla a tutti per avere delle occasioni. Ma sai cosa ho imparato dalle ragazze rumene nei night? Che se tu la dai non ottieni più niente, ed è vero! Per mantenermi tutti questi viaggi e provini son dovuta andare a lavorare nei locali di lap dance e lì incontrai Marzio Tangeri che mi propose di fare hard: il mio pensiero da ragazzina inesperta fu ‘magari mi faccio 3 o 4 film, coi soldi che prendo posso poi continuare a studiare e prepararmi’, poi ho capito che questa cosa mi avrebbe condizionata per la vita…

Tutto è partito però dalle differenti ambizioni che nutrivi rispetto alla realtà familiare…
Ambizioni alte e difficili restando me stessa e conducendo uno stile di vita sano. Oggi vedo queste showgirl che non sono nessuno, non sanno nemmeno parlare e la danno a tutti…poi noi siamo le pornostar? Il vero scandalo è la televisione, non è la pornografia: noi diamo soltanto gioia a piacere a chi ci guarda. Per dirti, io sono stata chiamata pochissimo in televisione eppure avrei tanto da raccontare per via delle mie esperienze e del miei documenti di extraordinary ability di intrattenimento e spettacolo mondiale che queste qui se li sognano! Ma in tv non mi chiamano sai perché? Perché io direi la verità su varie cose che poi scriverò nel mio libro, come ti dicevo prima…

Per cui mettiamo anche questo tuo libro fra i progetti che ti terranno occupata prossimamente…
Non solo: prima realizzerò un libro fotografico con dei fotografi di fama internazionale. Il tema del libro è ‘le due bellezze italiane’: è stata scelta la costiera amalfitana e poi hanno scelto me. Per cui sono lusingata e felicissima di questo progetto che inizierò a fine Ottobre: saranno 3/4 giorni in cui racconterò con le immagini questi posti stupendi.

Se ho capito bene, tu sei stata scelta come ‘versione umana’ dello splendore della costiera amalfitana…
Questi fotografi mi hanno considerata com tale, per cui ti ripeto, sono contentissima e lusingata. Poi sarà la volta del mio libro, di cui tutto è top secret e tu sei la prima persona a cui lo sto dicendo. In questo libro farò riferimenti ben precisi.

Quando tornerai in America?
Entro il 10 Dicembre, poco ma sicuro.

Tu là ti sei anche esibita, giusto?
Si, a New York, Miami, Los Angeles e Las Vegas. Come ti ho detto, gli show continuerò a farli per questo anno/anno e mezzo, anche se poi il mio sogno è quello di aprire un hotel, magari proprio nella zona in cui vivo (Miami).

Mentre adesso ti trovi in Italia nella tua città, Verona. Ma perché Verona?
Mi sono innamorata di questa città meravigliosa che non cambierei con nessun’altra. Ricordo che venni qua per uno spettacolo al City Night Club – avevo 24 anni – e mi innamorai all’istante, ricambiata, di un ragazzo che vidi nel locale. Siamo stati insieme quattro anni, poi dopo esserci lasciati è rimasto comunque l’amore per Verona.

Anche se calcisticamente il tuo cuore batte sempre per la Salernitana…oppure no?
Una volta, guarda. Poi la società si comportò veramente male con me (il riferimento è al mancato spogliarello di Priscilla in occasione della promozione della Salernitana in Serie B alla fine del campionato 2014/15), posso dire che sono simpatizzante della Juve anche se mi piace tutto lo sport, incondizionatamente. Giusto il ciclismo lo trovo uno sport dopante, ma in tv guardo veramente tutto. Io sono sempre andata allo stadio, è una cosa che adoro e commento le partite come un tifoso uomo. Infatti in questo contesto i miei amici mi dicono ’Tina (vero nome di Priscilla, nda), tu sei un uomo nel corpo di una donna bellissima!’

Comunque quell’episodio del ‘no’ al tuo spogliarello/festeggiamento per la promozione dei granata è stata una cosa spiacevole…
Mi hanno fatta tornare da Miami, mi hanno pagato il biglietto tutti i tifosi per poi, una volta arrivata, non poter fare lo show a causa delle elezioni! La colpa è stata della politica, poi le donne bigotte hanno fatto una rivolta perché ‘Priscilla non si doveva spogliare’. Tra l’altro sarei rimasta in bikini!

Mentre parliamo, Priscilla deve prestare attenzione anche al cagnolino a cui sta insegnando a camminare senza guinzaglio. Quindi Priscilla, c’è anche l’amore per gli animali!
Si, li amo tutti! Ma sono una persona buona in generale, cerco di aiutare chi vedo in difficoltà, sono una tranquilla.

Nel tuo tempo libero quindi sei ‘la vicina acqua e sapone’ e non te la tiri? (in effetti in precedenza l’ha chiamata anche una vicina, nda)
Ma assolutamente no che non me la tiro, ce l’abbiamo tutte no?

Però alcune se la sentono ‘d’oro’…comunque questo è un altro aspetto da rimarcare, come dicevi prima: il tuo porti con umiltà senza eccedere in pose da primadonna…
No, mai…certi titoli devono darteli le persone che ti seguono, non te li devi dar da sola. I fan sono i miei amori, perché è grazie a loro se io sono qualcuno.

Per cui anche con chi ti viene a vedere c’è sempre un atteggiamento di confidenza: non è che te ne vai subito dopo aver fatto lo spettacolo?
No, trovo sempre bello stare con i miei fans, parlare, interagire. Riguardo ai locali posso dirti che non ho mai avuto problemi con nessuno.

E’ differente la situazione relativa ai locali oggi rispetto agli ultimi anni scorsi, secondo la tua esperienza?
Moltissimo. A parte il fatto che magari non c’è più tantissima gente come prima – ma questo dappertutto – ad essere scesa è anche la qualità delle donne che lavorano nei locali, che non amano fare questo mestiere. Di conseguenza è molto calata la qualità degli spettacoli: fanno sempre le stesse cose e si copiano a vicenda. Io stessa quando vado in un locale vengo copiata: è successo che una ragazza che veniva a vedermi ‘per imparare’ poi me la son vista proporre le mie stesse canzoni. Ma tanto queste lasciano il tempo che trovano…

Quindi, settore in crisi o no?
No, si è ripreso dalla crisi. Rispetto a quando me ne sono andata in America, sette anni fa, la situazione la vedo migliorata, in ripresa, anche per via di quello sdoganamento del porno di cui ti dicevo prima. Vado sempre a lavorare nei locali con molto piacere e mi sposto volentieri.

In questo contesto Internet come lo vedi: è stato un fattore che ha aiutato o peggiorato il settore?
Internet ha sdoganato un mondo. A me personalmente ha portato solo notorietà: io son sempre stata un ‘cavallo solitario’ e il porno l’ho vissuto in un modo così ‘leggero’ che ogni tanto mi chiedo: ‘ma Priscilla Salerno sono io?’

Diciamo che l’hard non è mai arrivato a pesarti, a diventare ‘indigesto’ come magari può rivelarsi per chi si ostina a voler stare dentro a questo universo a dispetto del minor guadagno e della minor qualità…tu hai saputo diversificarti non per obbligo, ma per scelta.
L’ho fatto per scelta, per amore e con consapevolezza.

Perché alla fine tutti i progetti professionali di cui abbiamo parlato sono partiti dall’amore e con amore…
L’amore è importantissimo nella mia vita: io ‘vivo d’amore’. Amore in generale: per l’amicizia, per i genitori, per la natura…l’amore.

Questo ti rende positiva da sempre, come persona?
Rido sempre e cerco di avere una parola buona per tutti, al di là dei problemi. Sono sempre stata così perché sono cresciuta nell’amore. Alla fine è l’educazione ricevuta che ti fa diventare la persona che sei: se non hai una buona educazione non diventerai mai una persona speciale.

In base a questo discorso immagino che hai avuto modo di rivalutare tutto quell’universo familiare da cui ti sei allontanata…
Il discorso è che io non ho mai voluto essere povera. E’ questa la cosa: io vedevo tutte le donne del Sud grasse, giovani eppure con già tanti figli a carico e che si davano ad un uomo che poi le avrebbe tradite – perché che tu sia figa o no, l’uomo è cacciatore, punto. Ecco perché io non mi sono mai aggrappata ad un uomo per vivere. Io mi sono aggrappata all’uomo solo per amore, ma ho sempre vissuto sulle mie spalle.

Sei sempre stata indipendente…
E lo resterò sempre, per tutta la vita.

Il rifiuto di tutta una serie di valori ‘arcaici’ che hai riscontrato nella zona in cui sei nata e cresciuta non hanno comunque mai messo in discussione l’importanza della famiglia, in definitiva. Ma ti manca avere una famiglia tua?
No no no, assolutamente, non mi manca una famiglia mia proprio perché io sono un ‘cavallo libero’. Non mi sento di avere figli al momento e non ho voglia di fare rinunce. Tu devi essere consapevole di quello che vuoi e non vuoi, e io per il momento voglio la carriera. Non posso pensare quante tra le mie colleghe fanno porno o vanno a fare spettacoli con i figli a casa, non sono concorde con queste persone. Nella vita bisogna fare una scelta: non vedo di buon occhio coloro che fanno il mio stesso lavoro con figli a casa o con figli in grembo.

Questa tua considerazione è valida anche dal punto di vista del figlio che, crescendo, dovrà rapportarsi col lavoro della madre. Penso a quando troverà i suoi video in rete, o vedrà il suo nome in determinati siti e contesti. Oppure quando inevitabilmente la notizia si diffonderà a scuola…
Tu ti rendi conto se un giorno avessi un figlio qua, col bigottismo che c’è? Io proprio non me la sento, credo che potrebbe avere conseguenze drammatiche. Il mettere al mondo una creatura a cui un giorno dovresti spiegare che sei stata una pornostar, che i tuoi video resteranno online per sempre…

…che quando lui o lei cercherà il tuo nome su Internet uscirà fuori tutta una serie di pagine ‘particolari’…
Vai a prendere tuo figlio a scuola con tutti i papà, confrontati ogni giorno con le altre mamme…credo che mi rovinerei la vita.

Poi in definitiva tu hai degli obbiettivi da perseguire in vari ambiti, sei focalizzata su questo e sono tutte queste cose, se ho capito bene, che ti completeranno come donna nel prossimo futuro. Quindi riassumendo, quali sono gli impegni per i prossimi mesi?
Il libro fotografico come dicevamo. A fine Novembre girerò da protagonista il film ‘Cleopatra XXX Parody’ per la produzione di Max Biondi, poi andrò in America per girare per produzioni importanti e poi vedremo…mi resta da dire che, per quanto riguarda il libro fotografico, la metà del mio introito lo devolverò in beneficenza per la ricerca sull’atmosfera e il cambiamento climatico.

E allora un sincero augurio di buona vita, Priscilla! Seguitela su
Pornhub https://it.pornhub.com/pornstar/priscilla-salerno
Instagram https://www.instagram.com/priscillasalernoofficial/
Twitter https://twitter.com/priscisalerno
Xvideos https://it.xvideos.com/models/priscilla-salerno
Modelhub https://www.modelhub.com/priscilla-salerno

Taggato con: