Intervista alla camgirl Mayra

Mayra è una camgirl attiva nel sito https://www.ragazzeinvendita.com
(nell’intervista utilizzerò la forma abbreviata RIV). Potete vedere il suo profilo a questo link https://www.ragazzeinvendita.com/profile.php?nick=Mayra&id=1128068

Mayra, è un piacere poterti fare questa intervista, ti ringrazio per la disponibilità. Come sempre chiedo anzitutto qualcosa riguardo agli esordi nel settore delle cam: cosa ha acceso il tuo interesse, come ti sei convinta a provare?
E’ stato del tutto casuale: stavo guardando un programma molto noto in tv, trasmettevano un servizio sullo stile di vita delle camgirl, da lì è stata tutta una discesa, mi sono incuriosita, documentata prima di fare questo passo, perchè vorrei sfatare il mito: camgirl uguale guadagno, non è proprio così. E’ un vero e proprio cambiamento di te stessa, ti conosci a fondo, uno stile di vita diverso. Tra i vari siti ho scelto quello che per me è il migliore in assoluto (e non solo per me). Non smetto mai di dire che RIV è una scuola, ti forma, ti fortifica e ti insegna moltissimo anche in vari aspetti della vita reale.

Quanto tempo ti tiene impegnata l’attività di camgirl, possiamo considerarla una vera e propria professione quotidiana per te?
I primi tempi entravo più spesso per farmi conoscere, RIV è un lavoro indipendente, sei molto autonoma, non hai dei vincoli di orario, non hai obblighi d’accesso, scelgo io quando entrare sulla piattaforma. RIV dà molto spazio ai miei impegni. diciamo che è una cosa che mi piace fare e che gestisco io in completa autonomia, anzi, ti dirò che è proprio questa la cosa bella: sei anche libera di poter scegliere se fare uno show, oppure no, ecco non sei vincolata alle richieste dell’utente. Attualmente mi collego un pò meno, ma semplicemente perchè preferisco fissare degli appuntamenti in orari concordati tra me e l’utente. Il sito ti garantisce molta privacy, lo staff è discreto, professionale e molto protettivo nei confronti di ragazze e utenti. Sono davvero una bella realtà, se si prende dal verso giusto questo è un lavoro come tutti gli altri.

In base alla tua esperienza, qual è l’aspetto che preferisci del fare cam, quello che non ti stanca mai?
Quando ho deciso di diventare camgirl, con l’andare del tempo ho acquisito delle sicurezze: tutto è possibile, nulla mi meraviglia. Essere camgirl non significa solamente mostrarsi in cam, significa anche capire di cosa è in cerca l’utente in quel preciso istante, noi siamo spesso delle vere e proprie “boccate d’aria” per la loro solita routine, conosco sempre persone nuove, alcuni si confidano, con altri nasce un rapporto di amicizia, piano piano entro a far parte della loro vita, sono un loro desiderio sessuale.
Mi piace mettermi in gioco, oltrepassare quei limiti che ahimè, ancora nella vita di tutti i giorni sono dei tabù. Stare su RIV è sempre una scoperta e tutto questo non mi stanca mai!

Nell’ambito di uno show, l’erotismo è secondo te qualcosa di puramente fisico o può essere trasmesso anche attraverso atteggiamenti, modi di fare e parlare, sguardi e quant’altro?
In questo ambito dove tutto è molto visivo, la bellezza è un buon biglietto da visita, ma non è tutto, dopo subentra anche altro. A me piace esprimere la passione con tutto il mio corpo, sguardi ammiccanti, modi di fare, la gestualità, la postura, insomma tutto conta, le manifestazioni dell’erotismo sono diverse, non stabilisci tu come comportarti, non siamo macchine, ti lasci andare in un’esplosione di colori in base alla situazione e grazie anche a chi hai di fronte, sfrutto tutto di me e nei loro occhi vedo la curiosità di scoprirmi sempre di più.

Stando a chi ti contatta, che tipo di spettacolo è quello che ti viene maggiormente richiesto, o comunque la cosa che preferisci fare in cam?
Ho scoperto grazie a RIV che esibirmi è passione allo stato puro per me, mi piace essere osservata, mi fa sentire desiderata, voluta! Non ho richieste specifiche nell’immediato, è un lungo trasporto sia fisico che mentale, è anche vero che l’utente viene a trovarmi con un unico scopo, ma con la giusta complicità e un reciproco dare e avere: lui scruta il mio corpo, le mie esigenze ed io le sue. Noi ragazze regaliamo sogni, ma ne facciamo parte, siamo dentro e ci fa sentire molto bene!

Ne tuo profilo leggo ‘Ho sentito occhi scivolarmi addosso, spogliandomi di ogni pudore e controllo’: possiamo dire che il massimo coinvolgimento in una cam comincia attraverso la conquista dello sguardo di chi si ha davanti?
Assolutamente si, è l’impatto che conta, se non ti attira qualcosa, difficilmente vieni presa in considerazione, è un ingrediente che ti aiuta ad arrivare allo step successivo, ma non è tutto: passato questo step, le voglie si amplificano anche nelle piccole cose.

A tuo parere la componente mentale è importante in questa attività? Ad esempio interpretando ruoli BDSM…
Si, è importantissimo creare un feeling, un’empatia, ma a tutto questo non si arriva solamente con la fisicità, devi essere molto mentale e intercettare le voglie dell’altro, devi essere aperta e intelligente, portata anche a contestualizzarti e a prendere il tuo posto in giochi di ruolo: c’è chi ama comandare, chi invece adora farsi comandare, più si conosce una persona, più si scava a fondo, si sperimenta insieme cosa potrebbe accendere i sensi e cosa no. Questa complicità nel bdsm, questo senso dell’abbandono ti portano ad avere fiducia, ecco la mia frase: lasciandoti spogliare di ogni pudore e controllo.

Noto che sei una camgirl molto richiesta nell’ambito di RIV. Per cui ti chiedo: quali sono gli ‘ingredienti’ fondamentali nel tuo settore per ottenere un successo e un’attenzione che duri nel tempo?
Ognuna di noi ragazze ha qualcosa che la rende unica, ad esempio a me piace ascoltare, conoscere lo scheletro nell’armadio, qualcosa di inconfessabile, sono molto attenta ai dettagli, cerco sempre di accontentare la persona che ho davanti, sono qui per questo, mi prendo cura di loro, ed è uno degli aspetti che mi piace. Con erotismo e la passione vai molto bene, ma solo con la gentilezza e l’educazione si arriva in alto.

Guardando alcune tue foto noto che esprimi un erotismo di classe, assolutamente mai volgare, attraverso lingerie sexy e stuzzicante. Ecco, se tu dovessi descriverti tramite degli aggettivi quali utilizzeresti?
Sarà un paradosso con il lavoro che faccio, ma mi piace più essere che apparire, adoro la trasparenza, ma anche il mistero, metto foto che mi appartengono che mi fanno sentire a mio agio trasmettendo sempre questa carica erotica, mai volgare. Sono una ragazza laboriosa, socievole, una sognatrice incallita, anche disinibita ed esibizionista, non potrei fare la camgirl se non lo fossi!

Parlando anche inglese e francese hai utenti che ti contattano anche al di fuori dell’Italia?
RIV è una piattaforma prettamente italiana, ma pensa a tutto, dà l’opportunità di avere delle stanze con diverse lingue, tutto in base alle informazioni del profilo della ragazza, anche qui nessun obbligo, puoi inserirlo oppure no. Mi è capitato di conoscere persone non italiane, passano a salutarmi in chat, con altri addirittura abbiamo il contatto telefonico, RIV mette a disposizione degli strumenti che ti danno la possibilità di vendere il numero di cellulare ed altri contatti diretti, in modo che l’utente anche trovandosi dall’altra parte del mondo, con orari diversi di quelli italiani, non si senta mai solo, personalmente cerco sempre di essere molto presente per ognuno di loro.

Ancora grazie mille per la simpatia e la chiarezza, Mayra!
Ringrazio molto te Alessio e hard-me.com per la bella intervista!

Taggato con: