Andy Casanova Consiglia: Non Dirlo a Mamma…

Ecco il nuovo film di Andy Casanova acquistabile qui nel suo sito ufficiale!

Quando la gatta non c’è…i topi ballano! Un proverbio sempre valido. Ecco allora che, una volta che la moglie Jessy se n’è andata al lavoro, Leonardo si sbarazza pure del figlio alle prese con gli esami universitari mandandolo a spasso con gli amici. Obbiettivo raggiunto: la casa è libera e Leo può divertirsi con l’amante Sara in tutta tranquillità. Ma – c’è sempre un ma – suo figlio è proprio strano. Invece di seguire il consiglio del padre, è rimasto nei pressi di casa sua e ha visto il babbo alle prese con la donna. Che fare, dire tutto all’amata mamma Jessy e darle un dispiacere? Meglio di no…anche perché a lui sua madre piace proprio. E non disdegna di spiarla a far sesso con quel papà che non la merita. Alla fine cede e le confessa il tradimento del marito: no, non è lui l’uomo per lei. Accade il fattaccio: madre e figlio si ritrovano…fin troppo d’accordo, la situazione sfugge loro di mano e la natura fa il suo corso. Poi però Leonardo scopre tutto: come comportarsi con quella moglie snaturata e quel figlio depravato? Forse c’è una soluzione per far tutti contenti…

Dopo l’horror-porn d’autore, con ‘Non Dirlo a Mamma’ (reperibile a questo link) Casanova ritrova la strada del ‘taboo familiare’, un concept che lo ha sempre accompagnato fin dagli albori della sua filmografia. Il format ‘All in the Family’ si è sempre rivelato per Andy formula vincente sia dal punto di vista qualitativo che da quello del riscontro di pubblico, ragion per cui ci viene da dire che il regista ‘giochi in casa’ con una commedia leggera e briosa, impreziosita dalla deliziosa Jessy Jey. A lei spetta l’onore della scena autoerotica d’apertura, caratterizzata dal morboso voyeurismo di Geri Del Bello: la dimensione domestica si rivela subito ambigua, torbida.

Dal canto suo, ‘papà’ Leonardo Conti alleggerisce i toni con un’interpretazione brillante e svagata, secondo quell’alternanza di atmosfere che mantiene il film sui binari della leggerezza. L’equilibrio di molti neri familiari di Casanova sta tutto qui: stemperare la morbosità degli sguardi e delle scene hard con l’ironia della recitazione. A proposito di scene hard, saluto con entusiasmo le prestazioni di una Jessy estremamente maliziosa (e maliziosamente estrema), che ci conquista con lo sguardo sbarazzino e con l’indiscutibile sex appeal.

A questa ragazza piace far sesso, lo sente, lo respira, se lo gode e ci restituisce tutto il suo calore con entusiasmo contagioso. Ottime le doti orali, da applausi la doppia penetrazione con Leo e Geri in un’epica scena di threesome: Jessy riesce a darsi allo spettatore unendo il sesso hardcore con una carica erotica innata e per così dire ‘gioiosa’. Senza dubbio, le sue performance sono un vero fiore all’occhiello per la ‘sporca storia’ casanoviana, che vede anche la gradita partecipazione di Sarah Slave nel ruolo dell’altra, la donna con cui Leonardo tradisce la moglie dando il via alla vicenda.
Prestando dunque un occhio alla sua produzione tradizionale ed uno al porno ‘strong’, Andy aggiunge alla propria filmografia un nuovo capitolo assolutamente godibile che non tradirà il suo pubblico.

Taggato con: