Intervista ad Inverse_Angel

La prima cosa che mi ha incuriosito di te è il tuo username da camgirl, Inverse Angel. Ho pensato che questa scelta dà delle indicazioni riguardo al tuo modo di essere, al tuo carattere: se è così, cosa puoi dirmi in proposito?
Ho scelto il mio username da camgirl dopo un’attenta riflessione, estrapolandolo un po’ da quella che è la mia personalità; ma questo l’ho capito solo con il tempo. Credevo di averlo scelto perchè rispecchiava il mio nome Angelica ed il fatto che stavo facendo qualcosa di non comune, non normale. In realtà con il tempo ho capito che avevo scelto semplicemente quello che sono, un angelo inverso. Una persona che in un attimo ti fa toccare il cielo con un dito e l’attimo dopo ti spinge giù tra le fiamme dell’inferno.

Dalle parole che usi per presentarti appari come una mistress dal forte temperamento, in quanto tale amante della dominazione. Questa attitudine al ‘comando’ è una peculiarità erotica o riguarda tutti gli aspetti della tua quotidianità? In altre parole, sei mistress in cam e anche nella vita?
Non mi reputo una mistress in realtà, anche se la mia affermazione può sembrare strana. Non ho mai amato questi appellativi che però inevitabilmente si tendono ad affibbiare. Non so perchè ma ho sempre visto le Mistress come delle donne che non potendo usufruire della bellezza che madre natura non ha donato loro puntano di più sulla dominazione cruenta.
E’ un mio limite lo ammetto. Mi vedo più come una donna inarrivabile che si diverte ad ammaliare uomini che dinnanzi alla mia bellezza si sottomettono diventando miei giocattolini. Come una sirena che con la sua bellezza ti attira a sè e con il suo canto poi ti imbambola fino a distruggerti! Non è una pratica che faccio solamente in cam, io sono proprio cosi’ di carattere.

Parlando di cam, come ti sei avvicinata a questa attività e quali sono gli elementi di maggior fascino che vi hai riscontrato?
Sono sempre stata una ragazza un po’ fuori dagli schemi e quando mi chiedevano ‘Che lavoro vuoi fare da grande’ rispondevo la psicologa (che è quello che sono in realtà) ma dentro di me mi sono sempre immaginata essere una cubista o una escort. Ciò andava in contrapposizione però con tutta la mia filosofia della “donna inarrivabile” così ho sempre rinunciato. Mi sono avvicinata a questo mondo spinta da un mio ex fidanzato, il mio primo fidanzato che aveva la fissa del cuckold. Pensa che ho iniziato quando ancora si andava su cam4 che non aveva i token e si ricevevano le ricariche telefoniche.
L’elemento di maggior fascino? Sarei ipocrita a non dirti i soldi. Ricordo che il primo giorno, standoci due\tre ore, riuscii a guadagnarmi i soldi per comperarmi un pc nuovo.

In base alla tua esperienza, quali sono le doti che deve possedere una camgirl per ritagliarsi un seguito fedele e rendere sempre più ‘importante’ la propria presenza in questo settore?
Sono dell’idea che la qualità principale sia l’onestà. Sono in questo settore da svariati anni ed ho persone che dopo tanti anni anni fanno ancora show insieme a me. Questo perchè non ho mai fregato, non ho mai illuso ad un ipotetico incontro e anzi, li ho sempre trattati con rispetto come l’ho sempre preteso.
Non si può puntare alla bellezza, perchè ci sarà sempre qualcuna più bella di te. Io sono sempre stata me stessa e non ho mai superato i miei limiti solo per apparire qualcosa che alla fine non sono.

Guardando invece ‘dall’altra parte’, immagino che il tuo utente ideale sia uno slave mentalmente e fisicamente disposto a farsi comandare. Nel tuo modo di approcciare in questo ambito, quanto è importante la componente psicologica e quanto quella più specificamente fisica?
Mah in realtà io non ho soltanto schiavetti come “clienti” anzi, magari saranno la maggior parte ma un buon 40% è composto da persone con cui ho un rapporto del tutto normale.
In entrambi i casi però sia la componente psicologica che fisica è fin troppo importante.
Vedersi attraverso uno schermo può sembrare qualcosa di freddo ma se si riesce a trovare l’intesa e subentra il feeling è tutta un’altra cosa.

Tra le tante forme di ’slavery’, puoi dirmi qual è quella che ti piace maggiormente somministrare e quale, invece, quella maggiormente richiesta da chi ti contatta?
Io adoro il fetish! Ci sono ovviamente pratiche che non mi piacciono affatto perchè squallide o pericolose ma amo i feticismi raffinati e anche quelli strambi purchè venga tutto svolto in modo rispettoso.
Lo show che va per la maggiore?? Il Cock control.

Per una camgirl professionista esiste una soglia che divide il piacere della novità e l’eccitazione del mostrarsi dall’abitudine nel ripetere magari più volte le stesse pratiche? Esiste, cioè, la possibilità di annoiarsi e perdere, per così dire, entusiasmo?
Questa possibilità esiste eccome.
Ma non tanto per una perdita di entusiasmo, almento non nel mio caso perchè io amo esibirmi in cam. Molto spesso mi prendo dei periodi di pausa proprio per ricaricarmi e tornare più in forma che mai.
Chi non lavora in cam non potrò mai saperlo o non potrà capire il gran lavoro che c’è dietro.
E come in ogni settore lavorativo, c’è il “cliente” buono e quello cattivo che magari si fissa, si crea numerosi account e ti fa perdere tempo solo per il gusto di infastidirti e quando capitano queste situazioni è quello che ti fa perdere di entusiasmo. Nessun mio show è uguale a quello precedente proprio per la questione del “feeling” e dell’onestà.
Che poi ti diro’ che è esattamente il contrario. Una ragazza quando comincia non è poi così tanto eccitata dalla novità. C’è più timore nelle richieste che fanno, insicurezza, il fatto che magari specialmente per la dominazione non si conoscono tanti termini. Molte mollano dopo pochi mesi per questo infatti. Il tempo non fa altro che apportarti una crescita in questo settore che ti permette di lavorare in relax ed essere padrona di quel che fai.

Immagino che, quando vieni contattata, ti capita di farti un’idea della persona con cui ti trovi a interagire. Quali sono i criteri per cui una persona può risultarti stimolante ed accendere anche in te qualche fantasia erotica?
Dopo anni e anni passati qui devo dire che ormai mi è venuto il sesto senso.
Capisco subito se una persona può andarmi a genio o meno! La prima cosa che noto su tutto è il modo in cui uno si pone, da li decido se fargli uno show o meno. Ebbene si, non tutti hanno il privilegio. Se una persona non mi va a genio non esistono soldi che tengano. L’educazione prima di tutto. Comunque con tante persone con cui faccio show da tempo ho fantasie erotiche e coinvolgimenti emotivi, sono un essere umano anche io e questi sono sentimenti o emozioni che non si controllano.

Uno sguardo alla tua produzione video: quanto tempo dedichi alla realizzazione dei filmati che proponi? Possono essere considerati come ‘una vetrina’ di ciò che fai in una diretta live?
Dedico veramente tantissimo tempo alla realizzazione dei contenuti destinati alla vendita e oltre a quelli anche tutti i contenuti personalizzati che mi richiedono e che non carico nel sito. Possono essere un’anteprima dei miei show live perchè sono molto interattivi.

Hai un’opinione riguardo al settore hard? Come lo valuti rispetto al camming, cosa ne pensi?
Guardo tantissimi porno e mi piacciono un sacco ma non li farei mai e poi mai. Fui anche contattata tempo fa da una società importante ma no grazie!

Per finire, una domanda generale: cosa significa per te ‘erotismo’ e quando ti senti maggiormente realizzata, come donna che esprime erotismo tramite webcam?
Erotismo…l’erotismo è passione ed io mi accendo di passione quando vedo nello sguardo di chi è in show con me il forte desiderio di avermi.

MONDOCAM
https://inverse-angel.mondocamgirls.com/
ONLYFANS
https://onlyfans.com/missisabelleinverse
TWITTER
https://twitter.com/Sexyisabella94

Taggato con: