Per Very Myller Arriva L’Uomo Nero


Ne ’Uomo Nero’ Andy Casanova segue un genere classificabile come ‘Home Invasion’, invasione domestica: vi troviamo la consueta situazione iniziale – una donna sola in casa (Very Myller) intenta nelle consuete faccende che, parlando col marito al telefono, assicura di aver chiuso tutte le possibili entrate della casa, e di essersi messa al sicuro in attesa del suo ritorno. Eppure lì, tutta sola, ha un po’ paura. E fa bene, infatti la serratura della porta viene facilmente forzata da colui che si rivela essere il consueto maniaco col volto seminascosto da una calza (Michael Cop). Il tutto non può che finire male per la nostra sfortunata Very, a cui tocca soddisfare tutte le richieste sessuali del bruto.


Il video è essenziale e crudo come si conviene ad ogni prodotto ‘sex&violence’, laddove per ‘crudo’ è da intendersi anche il lavoro di ripresa, che può dirsi pienamente riuscito dal punto di vista della tensione emotiva emanata dalla tecnica POV (la soggettiva è quella del maniaco). Più attendibili i rari stacchi in cui il sesso viene ripreso frontalmente come scena d’insieme. Essendo questo tipo di produzioni caratterizzato da elementi ricorrenti ben precisi e, direi, immutabili, il diavolo può nascondersi nei dettagli. Ecco dunque che contestualizzare la scena in una buia serata di pioggia aiuta a calarsi nell’atmosfera. Ancora, funzionale è la scelta di un’illuminazione interna bassa e impersonale, ad acuire la percezione di compiaciuta freddezza da una parte – quella dell’aggressore – e drammatica impassibilità dall’altra – quella della vittima, spesso ripresa in primo piano anche nei frangenti nonsex. Il volto smarrito e assente di Very, rotto al massimo da un pianto muto, mi pare la scelta migliore in questo caso: si sarebbe potuto optare, ad esempio, anche per un registro più drammatico ricorrendo ad urla e ad una espressività più marcata, ma forse non ce n’era bisogno.

Il sesso si consuma dunque in un alone di intimo silenzio, secondo una logica volutamente minimale e stilisticamente ‘amatoriale’. Da rimarcare che ‘L’Uomo Nero’ non può non richiamare alla mente la vasta produzione tematica inaugurata da Casanova con le sue produzioni amatoriali targate Showtime/Pigitalia, e continuata poi in tempi recenti con alcuni titoli in cui il porno rimane materia diretta e priva di fronzoli (su tutti la serie del ’Suocero Perverso’).

‘L’Uomo Nero’ è acquistabile solo nello store del sito ufficiale di Andy Casanova a questo indirizzo https://andycasanova.net/product/215176/l-uomo-nero

Taggato con: