Alessandra Bartis: Io, Sex Blogger Per Uomini

Alessandra, a mio modo di vedere tu sei una ‘sex blogger’ nel senso più ampio del termine, muovendoti tra letteratura erotica, foto, video e promozione di vari brand di alto profilo. Tutti i contenuti esclusivi sono nel tuo Onlyfans che definisci, non a caso, ‘Diario Erotico’. Ti chiedo: tra le varie forme di espressione, qual è quella che curi con maggior frequenza e quale quella che riscontra maggior successo presso i tuoi utenti?
Iniziamo con una puntualizzazione, io sono sempre stata una SEX BLOGGER per UOMINI, esisto solo io in Italia in questo ruolo. Le Sex Blogger di solito sono donne che aprono blog per parlare di sesso per donne, a me quelle cose non interessano, io produco contenuti (articoli, racconti erotici, video e foto) per Uomini e lo faccio con il mio modo di fare diretto, usando il linguaggio volgare per stimolare a fondo l’uomo e la sua virilità. E tutto ruota intorno a me, alla mia vita, alle mie esperienze sessuali, al mio modo di vivere la sessualità. Mi piace fare l’amore e mi piace sperimentare…racconto tutto nel mio OnlyFans che è un vero e proprio Diario Erotico, l’unico in Italia. I miei Fan amano i miei contenuti che sono unici perchè ad ogni immagine è associata una storia o un articolo XXX.

Collegandosi alla domanda precedente, il racconto erotico, o l’ebook di lunghezza variabile, riguarda una forma d’arte – la letteratura – che è abbastanza difficile da proporre online.  Questo aumenta il merito della tua iniziativa. Secondo te è vero che l’utente medio di contenuti erotici non ama leggere e antepone il ‘tutto e subito’ del filmato? Esiste una nicchia di fruitori affezionati alla ‘narrativa’, al contenuto scritto?
Anche qui voglio puntualizzare, non mi reputo una scrittrice di letteratura erotica, non è il mio lavoro e non ne ho le capacità, io scrivo storie e contenuti in generale che colpiscono l’uomo nel suo profondo, sono violenta nello stimolare la parte profonda dell’uomo, ecco perchè spesso definisco i miei racconti Porno o HardCore.
Una mia caratteristica da sempre è stata quella di associare l’immagine (foto/video) al contenuto testuale, una storia o un articolo o spesso una frase “Pornografica” che penetra le profondità dell’uomo. Tutto in italiano, inglese e spagnolo. Mentre gli ebook più lunghi sono solo in italiano. Il mio genere è Hardcore, Sesso Violento, Prostituzione e in generale il mondo della Dominazione e Sottomissione. Nel mio OnlyFans ci sono i SEX GAMES, metto una mia foto XXX e poi scrivo un tema. Faccio un esempio:
mi trovo su un marciapiede vestita da “Troia”, sto tornando da un locale in piena notte, tu passi con la macchina insieme ad altri amici…scrivimi nei commenti cosa mi faresti, da solo o con i tuoi amici…io interagisco con te.
Grandissimo successo in questo tipo di post, in cui tutti tirano fuori il loro lato oscuro…

Ancora a riguardo delle tue composizioni scritte: dal punto di vista stilistico hai riscontrato un gradimento anche presso il pubblico femminile? Il tuo modo di raccontare storie ‘porno erotiche’ può essere, secondo te, consono a suscitare attenzione anche presso quella fascia di pubblico che, per tradizione, è stata spesso trascurata da questa tipologia di letteratura?
Come detto prima io sono una SEX BLOGGER per UOMINI. Scrivo cose adatte al mondo maschile, dovessi scrivere cose per donne i miei fan si addormenterebbero…trovo estremamente noiosa la letteratura femminile.
Io sono violenta nell’ aggredire l’animo maschile nel suo profondo, in quel lato oscuro dove vive la parte vera di ogni uomo che è nascosta dalle regole morali della nostra società. Il mio ruolo è far conoscere all’uomo il suo vero essere e confrontarsi con esso. Spesso ho chat dure con uomini che davanti a me si spingono oltre ogni limite che prima credevano di avere…

Il tuo è un blog multilingua. Al di là dell’utenza italiana, da quali Paesi proviene per la maggior parte il tuo pubblico?
Ho molto successo su Facebook (ad oggi quasi 55.000 follower), la maggioranza Sud America, Italia, Est Europa, Turchia, Grecia, Russia, Emirati Arabi, Sud Est Asiatico. Ma anche Twitter sta crescendo molto, oggi non è più come una volta quando facevi migliaia di follower al mese, oggi i social sono dominati da algoritmi che frenano o bannano ogni forma di contenuto “non corretto”…Instagram è una lotteria, oggi ci sei e domani forse…OnlyFans prima era tutto italiano, oggi arrivano Sud Americani e spero in futuro tutti gli altri, il mio progetto è orientato alla multiculturalità. Anche se poi posso solo fare post e brevi racconti con i traduttori automatici, gli ebook costano troppo come traduzioni professionali e non possono essere tradotti con i traduttori automatici per ovvi motivi.

Quali sono le fantasie erotiche prevalenti in chi ti scrive? Intendo situazioni che ti viene richiesto di rappresentare in un tuo video o foto, ad esempio?
Non faccio video su richiesta, decido sempre io, anche se nel mio Diario Erotico il centro di tutto è il racconto delle emozioni più forti e violente. Molti miei fan amano il sesso hardcore.

Parlando di Onlyfans – così come di molte altre piattaforme ‘private social’ – la mia idea è che, per quanto riguarda l’aspetto finanziario ma anche quello più propriamente ‘artistico’, il rischio sia quello di vedere un po’ svalutati i propri sforzi creativi. Questo valutando che, ad un costo relativamente basso, si  propongono molti contenuti di un certo impegno, come ad esempio nel tuo caso. Tu cosa pensi in proposito?
Il mio Diario Erotico OnlyFans ha un costo di 15 $, questo vuol dire circa 13 euro per i fan, molte altre invece hanno deciso di svendersi un po’ a prezzi inferiori ai 9 euro, ma la differenza tra me e tutto il resto è che il mio è un vero e proprio Diario Erotico con contenuti testuali, video e foto continui, tutto il giorno, come dico sempre il centro è il Racconto e lo stimolo delle proprie emozioni oscure. OnlyFans mi ha fatto sapere che la mia area è quella con più contenuti tra tutte quelle Italiane.

In base alla tua esperienza, come è possibile ‘fidelizzare’ un utente occasionale che, iscrivendosi magari solo da passivo osservatore, si trovi poi ad essere coinvolto nella scelta del materiale da te proposto?
Con un progetto ben definito. Il mio è un Diario Erotico che nella sua complessità stimola l’uomo a tirare fuori le sue emozioni estreme e nascoste.
Non c’è niente di soft o standard…chi legge per esempio i miei racconti (ebook o brevi) sa bene come siano hard e violenti.

Tra le attività che svolgi o hai fatto in passato c’è anche quella di camgirl? È un settore in cui vedi delle potenzialità?
No, lo vedo come un mercato in crisi per colpa di quei siti che hanno messo chat pubbliche gratis con offerta non obbligatoria, cosi i più furbi si mettono li e guardano tutto. Ma se all’inizio ha funzionato poi le ragazze si sono stancate di questa cosa e ora tutte le camgirl stanno passando su onlyfans dove puoi fare dirette webcam per i tuoi abbonati. 

Un’altra tua attività è quella di promoter ufficiale di varie produzioni hard internazionali tramite l’account Twitter ‘The Goddess of Porn’. Mi parli di come è nata questa iniziativa e come si svolge all’atto pratico?
Negli anni ho avuto molte offerte per entrare nel mondo del Porno, specie di Studios americani e parlando con loro ho sviluppato amicizie importanti che mi hanno guidato verso il mondo della Porn Promotion.

In questo specifico tipo di business quali sono le accortezze da seguire e le modalità per arrivare a guadagni concreti?
Pubblico Trailer con link referral, alcune strategie che mi hanno insegnato gli studios, sempre contenuti originali che alla fine portano a risultati. Poi il fatto che ho collegato l’account alla mia figura dà all’utente la sensazione di una cosa più reale e di fiducia.

Mettiamo il caso che un conoscitore di produzioni porno ‘mainstream’, se mi passi il termine, maturi il proposito di provare gli ‘affiliate programs’ che i vari brand mettono a disposizione. Ti chiedo: con quali strategie dovrebbe interfacciarsi a questa attività in maniera corretta?
Io le ho imparate con l’esperienza e le pubbliche relazioni con persone dentro gli Studios, ma il lavoro fatto è un mio percorso di fatica e determinazione. Ognuno deve lavorare da solo, io non posso dire certe cose che ho imparato con lacrime e sangue.

Correggimi se sbaglio: per svolgere questo business tu utilizzi il solo Twitter senza appoggiarti ad un sito – ad esempio, il classico ‘tube’. Se così è, potresti spiegarmi la differenza che passa tra la promozione di marchi hard tramite social e quella operante tramite banner, gif e trailer da inserire in una piattaforma quale, appunto, il sito web?
Il Tube ormai è simbolo di porno gratis, fattore che ormai sta morendo, basta vedere la fine che ha fatto Pornhub che solo ora sta cercando di reinventarsi dopo aver dato troppo spazio agli utenti con contenuti gratis e illegali. Adesso su Pornhub pubblicano solo studios e modelle e mi sembra giusto cosi. Il “Gratis” alla lunga distrugge ogni settore che ne fa uso. Con Twitter faccio molti più abbonamenti di quando avevo siti tube e, cosa molto importante, riesco a coinvolgere anche Adult Models e Studios. Il social è verticale, il sito web no.

Da imprenditrice digitale del settore adult, parliamo dell’andamento della fruizione del porno in questo ultimo anno di pandemia. Quali tendenze hai riscontrato in linea generale e nel tuo specifico di sex blogger?
Calo verticale degli abbonamenti dovuto alla mancanza di produzioni, stiamo riprendendo solo ora, con molta fatica. Io come SEX BLOGGER sono cresciuta tutto l’anno perchè offro un servizio unico e specifico, tenendo sempre conto del bisogno dell’utente di identificarsi nelle sue passioni più profonde. Anche se poi il pubblico americano è molto affezionato ai marchi mainstream come Brazzers e simili, mentre in Europa si sperimenta di più, vendo bene Evil Angel per esempio. Un altro marchio che amo e vendo bene è Dorcel, perchè fa parte del mio racconto, con argomenti hot come lo scambio coppia, le grandi “Puttane”, il sesso di gruppo, la dominazione e sottomissione di classe.

OnlyFans: https://onlyfans.com/ladyalessandrab
Facebook: https://www.facebook.com/LadyAlessandraB/
Twitter: https://twitter.com/alebartis
Instagram: https://www.instagram.com/ladyalessandrab/

Taggato con: