Intervista A Mad Queen

Mad Queen, la tua personalità appare davvero poliedrica. Nel tuo Twitter ti leggo come modella alternativa, creatrice di contenuti su Pornhub, Influencer e dulcis in fundo Hentai Creator: mettiamo in ordine le varie identità. Quale attività viene per prima e in cosa consiste il tuo operato nelle varie vesti? 
In questo ambito ho iniziato come modella alternativa, da aprile ho aperto un canale Pornhub e successivamente ho iniziato a lavorare per un sito Hentai italiano. Spesso mi chiedono cos’è una modella alternativa. Semplicemente sono una persona che non rispetta gli standard di una classica modella. In questo ambito amo variare, dal ritratto al glamour ma per molti sono tanto erotica anche senza spogliarmi.  Su Pornhub creo contenuti simili ad uno youtuber, in passato avevo un canale Youtube e ho sempre amato creare video. Magari un giorno lo riutilizzerò ma per ora mi dedico solo a Pornhub con gameplay, video reazioni, recensioni e video tease.  

Parliamo del tuo rapporto con la fotografia: nel tuo Instagram è possibile vederti immortalata in varie modalità e con vari outfit, che immagino riflettano anche parte della tua personalità vista l’intensità dello sguardo, che non manca mai. Negli scatti che vanno dal glamour all’erotico appari molto naturale, a tuo agio, senza mancare di malizia e risultare intrigante: che tipo di rapporto hai con l’erotismo figurativo e quali sono gli aspetti estetici che ti attraggono nella fotografia ‘hot’, se mi passi il termine? 
Amo la fotografia, adoro scattare e essere scattata. Ho una reflex e capita anche che mi autoscatto. Con l’erotismo ho un bel rapporto, penso che la chiave sia stare bene con sé stessi, piacersi e volersi bene. La fotografia hot penso sia più spinta di quello che faccio. Insomma io al massimo sono erotica e intrigante, come ha detto lei. Comunque di questo mi attrae la femminilità, la sensualità, la sicurezza in sé stessi. Poi la bravura deve stare anche dal lato del fotografo che deve cercare di non rendere volgare ciò che dovrebbe essere elegante. Per esempio adoro molto gli scatti marchiati Playboy e Suicide Girls ma solo quando non sono esplicite, andando su un genere che non mi appartiene. 

Noto che hai anche un tuo account Onlyfans. Lì ti poni anche come datrice di ‘consigli amorosi’ e creatrice di video personalizzati. Quali sono gli standard dei video, o per meglio dire che tipo di sensualità ti piace esprimere tramite un girato? 
Si, ho aperto Onlyfans per le persone che desiderano interagire con me anche se vogliono un consiglio o semplicemente parlarmi di un loro problema. I video che realizzo vanno da un semplice video saluto a un video tease. Mi piace sentirmi bella, desiderata, adoro stuzzicare, un po’ come si fa nel Burlesque. Nel mentre immagino di essere una femme fatale all’azione e questo mi diverte molto. 
 
Cosa possiamo dire riguardo all’interazione che si crea tramite una piattaforma come Onlyfans? In base alla tua esperienza quale tipologia di utenti si rivolge a te e quali sono le richieste e gli argomenti di conversazione più frequenti? 

La maggior parte di loro si è iscritto per farmi i complimenti. Hanno trovato geniale il mio canale Pornhub. Altri invece richiedono e aspettano foto di nudo esplicito o che io faccia sextasting. Si vede che non leggono le informazioni prima di iscriversi e questo non è problema mio.  

Il tuo Pornhub si caratterizza per essere, a mio modo di vedere, una sorta di diario tematico in cui tratti l’erotismo in maniera personale, esplorandolo in varie maniere. Ti chiedo: qual è il ‘concept’, l’intendimento, con cui hai creato questo spazio che, pur non essendo hard, non manca di indagarne alcuni aspetti? 
L’idea è quella di eliminare il forte tabù sul sesso. Più navigo sui social e più vedo il degrado. Pensi che ci sono persone, anche del mio paese, che pensano che io faccia porno. Per loro basta una foto sexy per fare porno, questo è ridicolo! Voglio abbattere lo stereotipo che il sesso è solo per uomini, mentre le donne che lo amano altrettanto sono considerate degli oggetti sessuali o delle ninfomani. La ninfomania è una vera e propria malattia e le persone dovrebbero dare il giusto peso a ciò che dicono. Se ci fosse più informazione a riguardo magari tutti lo vivrebbero meglio. Se conoscessero le differenze tra il porno e un vero rapporto magari il primo lo vedrebbero realmente come un vero lavoro. Io non faccio altro che parlarne liberamente, senza entrare troppo nel personale ma essendo me stessa, divertendomi e facendo divertire. 

Un tuo video in particolare mi ha colpito, la ‘prova microfono’ tramite i rumori provocati dallo sfregamento delle mani o dal mangiare un gelato. Questo tipo di approccio – testare la valenza sensoriale di un gesto – è molto comune nel fetish…com’è nata l’idea, era questa la tua intenzione? 
Gli Asmr (Autonomous Sensory Meridian Response, nda) inizialmente mi infastidivano e mi è difficile rivedermi in video senza provare imbarazzo. Mi sento stupida eppure piace un casino a chi mi segue e in molti hanno richiesto altri video. Ho provato a vederne alcuni su youtube e devo dire che certi sono realmente rilassanti mentre altri continuano a infastidirmi. Ovviamente ogni cosa è soggettiva ma bisogna provare prima di giudicare, no? L’idea è nata vedendo alcuni Asmr sexy sui social. Mi sono apparsi quasi fuori luogo quindi ho pensato di riportarli ma su un sito più appropriato. 

Restando sul Pornhub, emerge anche una forte passione per i gameplay e per il mondo Hentai, come accennavamo all’inizio. Entriamo nello specifico dei tuoi video dedicati a queste forme d’arte e intrattenimento…ad esempio nei vari episodi dedicati a ‘The Sims’ hai costruito una tua dimensione estetica e narrativa spesso hot e irriverente. Puoi parlarmi di questo progetto? 
Amo gli hentai proprio perché possono stimolare ogni fantasia possibile. The Sims è uno dei miei videogiochi preferiti e avendo modo di renderlo porno ho subito pensato a portare dei gameplay. Direi che ha avuto successo perché molti di loro mi hanno chiesto dove scaricarlo. Spero di riuscire a continuare la serie perché spesso queste mod fanno i capricci, danneggiano il gioco e spesso mi ritocca iniziare da zero. 


Ancora su questo argomento, cosa puoi dirmi riguardo all’attività che svolgi su hentai-ita.net che presenta numerosi giochi e fumetti porno? 
Su Hentai principalmente scrivo racconti erotici e faccio video dove li leggo. Ho iniziato anche un gameplay con un loro videogioco di cui ho fatto una serie. Poso anche per alcuni scatti e più in là inizierò a fare cosplay, e chissà, magari anche qualche doppiaggio hentai. 

Non ultimo, se non vado errato sei altresì scrittrice di racconti erotici. In questo caso, ti chiedo di svelarmi qualcosa sul tuo modus scribendi: il tipo di tematiche o situazioni che prediligi…il linguaggio che utilizzi, se opti per un approccio esplicito o magari più avvolgente e allusivo…quali sono, in definitiva, le fantasie che ti portano a trasformare il pensiero in testo scritto. 
In generale mi piace scrivere però principalmente ora mi concedo ai racconti erotici per lavoro. Non ho situazioni in particolare. Scrivo di tutto. Tendo a scrivere in prima persona immedesimandomi nel protagonista. Posso essere un fotografo, una studentessa, un pervertito, un ragazzino, una milf. Il bello di questo è che posso essere chiunque e fare tutto ciò che voglio, come negli hentai. Il linguaggio è spinto il giusto credo, hahah! 

Mi è capitato di leggere sul tuo Twitter l’eventualità che potrebbe vederti personaggio principale di un fumetto porno. Cosa puoi dirmi in proposito? La domanda è anche utile per saperne di più sul tuo rapporto col mondo dei fumetti in generale, erotico e non… 
Si, io e un’illustratrice erotica stiamo realizzando un fumetto. Io sono la mente e lei è il braccio, letteralmente. È un fumetto che parla di un demone, che sarei io, venuto sulla Terra per condurre alla lussuria le persone. Il volto da demone e da umana sono ispirati da alcune mie foto fatte per Halloween. La sceneggiatura e i dialoghi sono scritti da me mentre per le ambientazioni e i personaggi le ho lasciato libero arbitrio. Entrambe adoriamo questo progetto e spero sarà lo stesso per i lettori. 

Abbiamo detto che non fai porno ma è un settore a cui, immagino, ogni tanto presti attenzione. Che cosa pensi del mondo dell’hard, che idea hai delle dinamiche che lo muovono? 
Non seguo come si muove il settore ma essendo che bene o male sono circondata da esso posso notare che si sta evolvendo anche in Italia. Ho letto sul suo sito che c’è una ragazza che fa video ispirandosi a Maccio Capatonda: GENIALE! (è Sabrina Ice, nda)
Penso però che qualcuno dovrebbe far in modo che non restino solo cose amatoriali perché potrebbe cadere nel trash del porno. Apprezzo le persone che cercano di portare qualcosa di diverso. Se io sono capitata in Home su Pornhub è proprio perché sono stata una novità, niente di più e niente di meno. Sono stata la prima italiana a fare una cosa del genere e le persone sono state attratte da ciò. Questo è un mondo particolare e come ogni cosa non penso sia per tutti. Molti si imbarazzerebbero al posto mio: ‘’O mio dio sta su un sito porno!’’ Mah.
Riguardante il vero porno poi ci sono i ragazzi che fanno spesso i fighi perché sono ignoranti: ‘’Io posso farlo, che ci vuole’’‘’Beati loro che guadagnano senza fare niente’’. Poi magari sono insicuri, timidi, non durano nemmeno 10 minuti, si stressano facilmente o cose così. Io personalmente dopo sei ore sono veramente fuori uso. Ovviamente nelle produzioni professionali troviamo porno attori/attrici allenati per questo, c’è molto lavoro dietro: le tecniche, le prospettive, l’allenamento fisico e mentale. Non penso sia facile come in molti credono ma sicuramente divertente, soprattutto se si accetta di fare ciò che ci piace. Poi c’è da fare una grande differenza tra il porno professionale e quello amatoriale. Ma comunque la maggioranza che fa questi commenti stupidi è perché probabilmente si sofferma ai brevi video gratis trovati su internet. Dovrebbero vedere dietro le quinte come funziona, scoprire che è finzione, che come ogni film, una scena viene girata per ore, che ci sono oggetti di scena realizzati su misura, che ci sono molte persone a dirigere e riprendere e via dicendo…

Mad Queen su Pornhub https://it.pornhub.com/model/madqueenofficial
Qui i suoi Instagram, Twitter e Onlyfans

Taggato con: